Articoli filtrati per data: Martedì, 01 Ottobre 2013

Verso la Manifestazione del 12 ottobre- Stefano Rodotà-a Cosenza

Verso  la Manifestazione del 12 ottobre per la difesa e l’attuazione della Costituzione.Giovedì 3 ottobre ,ore 16,30 -19,teatro dell’Acquario,  Via Galluppi Cosenza, Stefano Rodotà ( a Cosenza per altra occasione) Incontrerà  i responsabili dei comitati e delle Associazioni cosentine e calabresi aderenti  all’iniziativa. E’ partita la mobilitazione per la manifestazione del  12 ottobre  a Roma per la difesa e l’attuazione  della Costituzione promossa con il manifesto “ La Via Maestra”, da Stefano Rodotà, Don Luigi Ciotti, Lorenza Carlassare , Maurizio Landini e Gustavo Zagrebelsky che alleghiamo per memoria.  Sono già tantissime le adesioni individuali,di associazioni e movimenti al documento-appello che invita “quella grande forza politica e civile, latente nella nostra società”  a “riscoprire la Politica e la sua bussola”:  LA NOSTRA COSTITUZIONE, oggi sotto il pesante  attacco di gran parte del parlamento e di un governo( peraltro in crisi permanente) che provano a snaturarla. Entrambi, peraltro,  prodotto di una legge elettorale al vaglio della Corte Costituzionale .E’ palese , infatti,  il tentativo sistematico di  svuotare progressivamente il sistema democratico che su di essa fu costruito per sostituirlo con un sistema “espertocratico e  di governance” che annulla ogni potere decisionale dei cittadini. Questa grande  forza, civile e politica, richiamata dal manifesto “ la Via Maestra,”  la cui “caratteristica è stata finora la sua dispersione, in tanti rivoli e momenti, che non le ha consentito di farsi valere come avrebbe potuto sulle politiche ufficiali”, è chiamata a riprendersi la parola e la piazza su un bene fondamentale e prezioso:il rispetto e l’attuazione  della Costituzione e con essa la difesa della dignità, dei diritti delle persone e della democrazia. A fronte di un processo di manomissione della struttura portante della “ Nostra Carta”, peraltro,  messo in atto sotto il permanente ricatto dei mercati,  l’attuazione della Costituzione, ferma restando l’opportuna ordinaria manutenzione, è “la nostra prima ineludibile riforma”.Ma perché ciò sia possibile è indispensabile  la spinta vitale  che deriva da una società di cittadini che si mobilita  e lotta.Altrimenti, In Italia e in Europa , sarà impossibile regolare in forme socialmente sostenibili mercati, ormai abbandonati ai loro spiriti animali e  garantire dignità, diritti , lavoro ed una diversa qualità della vita e  dei sistemi territoriali. La partecipazione e la mobilitazione sono l’unico vero antidoto alla politica di asusterity, che in Italia ed in Europa viene usata come una clava  e si concretizza nel rafforzamento di una “espertocrazia”  utilizzata per misure che rinviano i problemi,  strangolano nella morsa del debito interi Paesi, stracciano i diritti fondamentali dei cittadini , calpestano ogni loro dignità.SEM   Sinistra EuroMediterranea  ( associazione aderente al manifesto e all’iniziativa)www.sinistraeuromediterranea.it
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS