E’ Partita Con Tsipras, anche in Italia, L’Alternativa Mediterranea per cambiare e salvare l’Europa

E’ Partita Con Tsipras, anche in Italia, L’Alternativa Mediterranea per cambiare e salvare l’EuropaIeri sera al Valle si avvertiva un cambiamento di clima.Spirava un vento nuovo e vecchio nello steso tempo: Il grecale .Quel vento asciutto che gli antichi navigatori del Mediterraneo ritenevano provenisse dalla Grecia e che porta tempo buono e cielo sereno.Tempo buono e cielo sereno che con una grande dose di ottimismo indicava come possibile, anche a breve, il giovane leader della Sinistra Greca ed Europea Alexisis Tsipras e di cui dopo la grandine ed il gelo dell’Austerity targata Merkel c’è vitale bisogno in tutta l’Europa. Specie nei suoi Paesi del Sud e da noi. Quell’ottimismo e quell’entusiasmo che l’ha portato in pochissimo tempo a costruire nel suo Paese un’aggregazione politica e un partito ( Syriza) passato da 4 al 27% e che oggi, in tutti i sondaggi, è dato come la forza vincente in Grecia, ha contagiato la platea strapiena del Valle.Ma non solo, se stamattina dalle 7,30 sono cominciate ad arrivare anche a me telefonate con la richiesta di indicazioni per formare subito i comitati di sostegno.Ma il cambio di clima si coglieva anche nella lingua e nel linguaggio.Il greco risuonava di nuovo in un teatro romano. Ma non era il veicolo della grande cultura di un popolo che pur vinto riuscì a conquistare i vincitori, come scrisse Orazio, circa duemila anni fa . Anche perché i vinti e vincitori di quel tempo, che hanno segnato con la loro cultura ed i loro sempre intensi rapporti alterni, tutta l’Europa e l’Occidente, oggi sono stretti insieme nella morsa di politiche barbariche ( Austerità di marca Merkel e soci ) che ne stritolano dignità , umanità, cultura.E questa morsa non schiaccia solo loro , ma le fasce sociali deboli e medie dell’intero continente.Era, quello di ieri sera, un greco moderno che riproponeva in modo sentito e coinvolgente i temi e i nomi cari della Sinistra , che sembravano essersi persi: dignità umana, solidarietà, giustizia, democrazia, diritti dei singoli e diritto dei popoli di decidere, eguaglianza sociale, importanza e forza della politica, unità di uomini e donne costretti in una condizione di nuovo servilismo e schiavismo dalle forze economico-finanziarie e politiche che oggi dominano il mondo. Ieri sera si è avuta netta la sensazione che la risposta a questo stato di cose, già partita con Syriza e Tsipras nella Grecia di oggi, può assumere la dimensione dell’onda d’urto di un nuovo umanesimo greco-latino-mediterraneo spinto dalla forza di una moderna e rinnovata Sinistra Euro Medeiterranea che assume l’Europa come riferimento per la sua azione politico-sociale , che respinge, senza esitazione alcuna, farneticanti ritorni e chiusure nazionaliste, quando non xenofobe o fuoriuscite dalla moneta unica e si pone come punto di forza e riferimento per cambiare e salvare l’Europa attraverso il blocco ed il cambiamento delle politiche merkeliane di austerità, la modifica dei trattati e del suo assetto istituzionale, la rinegoziazione e riduzione drastica di un debito pubblico che ha abbondantemente superato quelle soglie oltre le quali non è assolutamente possibile rimborsarlo ( Keynes docet) e che costringe alla fame, al degrado e alla perdita della dignità milioni e milioni di persone in tutto il continente, uno spostamento dell’asse politico verso il Mediterraneo ed un nuovo rapporto con tutti popoli delle diverse sponde del bacino. E’ nata ieri , anche in Italia, L’ALTERNATIVA MEDITERRANEA PER UN’EUROPA DI NUOVA GENERAZIONE.A Roma ne discuteremo in un grande incontro internazionale il prossimo 22 Febbraio dalle ore 9 alle 19 presso l’Aula del Chiostro della Facoltà di ingegneria dell’Università “ La Sapienza . Da subito organizziamoci per partecipare alla fase organizzativa dei comitati,alla scelta del nome della Lista e del logo nelle modalità che saranno messe in rete rapidamente.Mimmo Rizzutiwww.sinistraeuromediterranea.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna