FERMARE IL PIANO PRAWER Unisciti a noi 30 Novembre ore 13.00-14.30

abbiamo raccolto l'invito che è venuto da gruppi di giovani e organizzazione per i diritti umani palestinesi in Israele, come Adalah per fare del giorno 30 un giorno di protesta contro il Piano Prawer. Come AssopacePalestina alcuni romani saranno alla manifestazione di Torino, ma altri saranno a Roma. Noi non saremo molto ma vi invitiamo ad unirci e a partecipare alla iniziatvia davanti al Parlamento, abbiamo chiesto di presentare il documento ad alcuni parlamentari. Spero di vedervi.FERMARE IL PIANO PRAWER Unisciti a noi 30 Novembre ore 13.00-14.30  Piazza Montecitorio - RomaIl 24 Giugno, la Knesset, il Parlamento Israeliano, ha approvato il Piano Prawer-Begin, l'applicazione del quale comporterà la distruzione di oltre 35 villaggi non riconosciuti in Al-Naqab (Negev) e l'espulsione forzata e la segregazione di oltre 70,000 Beduini Palestinesi. Il Piano Prawer è la più grande operazione di sottrazione indebita di terreni (land grab) messa in atto da Israele dal 1948 ad oggi ed incarna perfettamente la natura della politica israeliana; una politica mirata ad una espansione demografica degli Ebrei Israeliani e una di contenimento della popolazione Arabo Palestinese. La Comunità Internazionale ha ripetutamente richiamato Israele a sospendere l'attuazione del Piano Prawer sulla base della sua natura discriminatoria e delle gravi violazioni che comporterebbe nei confronti dei diritti dei Beduini Palestinesi del Negev.La Commissione dell'ONU per l'eliminazione delle Discriminazioni Raziali ha invitato Israele a ritirare la proposta di legge del Piano Prawer. Inoltre, nel 2012, il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione nella quale richiama Israele ad interrompere il Piano Prawer e la congiunta politica di evacuazione ed esproprio. Ingiustizia, umiliazione ed evacuazione forzata sono temi ricorrenti nella storia della Palestina. Un gruppo di giovani e organizzazioni per la difesa dei diritti umani , hanno fatto loro questa lezione e la conservano nel cuore. “Noi – dicono -  ci opporremo con tutte le nostre forze, resisteremo e agiremo per respingere il continuo attacco che la nostra comunità subisce, e che coinvolge l'intero volto della Palestina”  Per questo hanno lanciato la campagna il  “Fermare il Piano Prawer” per impedire che continui la pulizia etnica, l'evacuazione e la segregazione praticata dal governo israeliano e ci chiedono di unirsi a loro nell'organizzare cortei, proteste e scrivere lettere a tutti coloro che ricoprono ruoli di influenza nel paese e nella comunità, nel fare tutto ciò che è in nostro potere, per costringere Israele a bloccare immediatamente l'attuazione del Piano Prawer.   AssoPacePalestina raccoglie questo invito e sarà davanti al Parlamento a Piazza Montecitorio – Roma dalle ore 13.00 alle 14.30 il giorno 30 Novembre. Unisciti a noi e a tutti quelli che nei diversi paesi manifesteranno il 30 Novembre  per dire insieme Fermare il Piano Prawer!     Roma, 30 novembre 2013                                 www.assopacepalestina.org  (fotocopiato in proprio)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna